Home / Riflessioni

Riflessioni

Sole e Luna nell’uomo e nella donna

Come ho già detto all’inizio dell’analisi della mia carta del cielo c’è una sensibile differenza tra il Sole o segno che dir si voglia,a seconda che si parli di un uomo o di una donna.Per capire dobbiamo tornare indietro alla nostra nascita,quando usciamo fuori dal grembo materno nel contesto di una particolare posizione planetaria,i cui principali riferimenti o luminari sono il Sole/padre e parte maschile e la Luna/madre e parte femminile;noi percepiamo così i nostri genitori e anche se quei luminari non rispecchiano i segni dei nostri cari ne rispecchiano le caratteristiche percepite da noi stessi alla nascita.Dalla posizione del Sole e della Luna capiamo se abbiamo captato i genitori una cosa sola e unica da confonderli l’un l’altro e quasi ribaltarne i ruoli,caratteristica della congiunzione,o solo in buon accordo tra loro,caratteristica del sestile o del trigono;oppure in disaccordo magari lontani o separati caratteristica del quadrato e opposizione,oppure senza aspetti tra loro quindi diciamo neutri.Questo ci condizionerà inevitabilmente nel corso della vita nei rapporti con l’altro sesso perché nella maggioranza dei casi tendiamo a replicare i comportamenti di coloro che ci hanno generati.L’uomo in quanto parte maschile si identifica quindi maggiormente col suo Sole,mentre la sua Luna,madre e donna ideale,riguarda il suo lato femminile,la sua intimità,le sue emozioni,la sua sensibilità;nella donna,viceversa,troviamo il suo Sole che influisce sulla sua parte maschile,padre e uomo ideale,oltre che sul lavoro,sulla sue attività materiali,quando insomma dell’uomo ne fa le veci.Ne consegue che l’analisi del tema natale subisce differenti interpretazioni di lettura e che la donna tende a essere e quindi rappresentare il proprio segno in alcune ma non in tutte le circostanze e che in realtà è la Luna la sua vera intima segreta natura;questo spiega come mai molte donne spesso non si sentono rappresentate molto dal proprio segno e hanno bisogno di una lettura più completa e approfondita per arrivare a capire le proprie vere ed esatte caratteristiche. (26/3/2014)

Entrambi parte di noi

Entrambi parte di noi.

Saturno in VII casa

Ogni tanto nell’osservare le carte del cielo che mi propongono mi imbatto in Saturno,il pianeta più severo e razionale dello zodiaco,alla nascita posizionato nella settima casa.Sappiamo che il pianeta stesso rappresenta una forza restrittivo-pessimista-diffidente che si esprime principalmente nella difesa dell’individuo così da venir meno o parecchio attenuata la passionalità,il sentimentalismo,la generosità,l’altruismo;rappresenta inoltre la vecchiaia,la rinuncia,la solitudine e rafforza inevitabilmente l’introversione ma anche,in veste positiva,l’organizzazione,la responsabilità,la disciplina,ci costringe in sostanza a lottare contro la depressione e a trovare con forza e con volontà le giuste soluzioni per realizzare tutto ciò che si vorrebbe veder realizzato nella propria esistenza.Quando tutto ciò si coniuga con la settima casa considerata da sempre la casa delle associazioni,dei legami e dei contratti quindi di conseguenza anche del matrimonio,si arriva a unire  e a coniugare le priorità dei due elementi.Può indicare matrimonio in tarda età,un partner più anziano o più autorevole o addirittura vedovo,comunque di sicuro prevale una grande razionalità e/o calcolo nello scegliere il coniuge o il socio in affari;siamo spesso di fronte a persone che potrebbero sostenere di non aver mai incontrato l’uomo o la donna giusti ma che invece di accusare il mondo di ciò,dovrebbero cercare dentro di loro le ragioni della situazione in cui si trovano,devo dire alcune volte abbastanza sconfortante.Spesso perennemente in autodifesa scelgono un partner non adeguato o carente in qualche aspetto per poterlo criticare o avere un alibi se l’unione fallirà;indica inoltre relazioni sociali fredde e/o razionali oltre che matrimoni derivanti spesso dall’unione con partner spesso insensibili o egoisti,poco inclini alla mondanità e piuttosto malinconici.Importante anche l’aspetto delle cause legali che in questa configurazione si configurano lunghe e problematiche,con l’invito e la speranza di trovare accordi e soluzioni anche se non pienamente soddisfacenti. (5/5/2014)

saturno

Il pianeta più temuto nella casa delle unioni.

La quadratura e l’opposizione

Nell’antichità c’era una netta distinzione tra aspetti benefici,sestile e trigono,e quelli considerati malefici,quadrato e opposizione,con la congiunzione che in maniera flessibile era indicata un bene o un male a seconda dei pianeti interessati.Nella moderna astrologia ci siamo finalmente liberati da queste interpretazioni forse più legate alla magia e alle divinità e si tende a classificare gli aspetti in dissonanti o negativi e elastici o positivi.La quadratura rappresenta un aspetto dove due pianeti si trovano a 90° tra loro,in posizioni astrologicamente inconciliabili che si combattono e ostacolano;l’opposizione invece individua due pianeti a 180° tra loro quindi al loro opposto,dove una forza proprio come nel tiro alla fune,tende a lacerare,soffocare o sopprimere l’altra.Sono entrambi aspetti difficili che ci mettono a dura prova ma possiamo però stabilire alcune differenze sostanziali;in generale la quadratura,di aspetto o di transito,individua una difficoltà di natura personale,come un conflitto interiore da risolvere,una frustrazione interna e profonda con cui doversi confrontare provocandoci disagi personali,dove forze esterne o altre persone interferiscono poco o nulla.Al contrario invece l’opposizione,di aspetto o di transito,dove spesso intervengono energie esterne come altre circostanze o figure terze che ci vogliono mettere alla prova,ci vogliono cambiare e per questo dobbiamo capire tutto ciò e adeguarci,cercando di non forzare le cose prendendo le giuste contromisure.In sostanza nell’opposizione esiste un gioco di forze in campo non dipendenti da noi che si contrappongono e che ci logorano,al contrario della quadratura dove bisogna lavorare su noi stessi,sul nostro carattere,sul nostro approccio verso gli altri come una mancanza di affinità che talvolta sfrutta le nostre debolezze. (10/7/2014)

rsz_10005rg

Niente paura,ogni carta presenta quadrature e opposizioni.

Il gioviale Sagittario

Segno di fuoco governato dal pianeta Giove,si presenta così il segno dominante la nona casa dello zodiaco raffigurato da un simbolo che in realtà e a differenza di tutti gli altri non esiste in natura,quel centauro figura mitologica per metà uomo,nell’attesa di scoccare una freccia dal suo arco verso l’infinito e per metà cavallo con i suoi zoccoli ben saldamente ancorati alla terra.Le principali caratteristiche del segno cadono sulla sua piena volontà di adeguamento alle nuove situazioni che si presentano nel corso della vita,insieme a un desiderio di metamorfosi per assecondare tutto questo,contemporaneamente al desiderio di fare propria la volontà di goderne al meglio.Come segno di fuoco interpreta vitalità,passione,generosità,esuberanza,a volte anche irruenza e un grande slancio attivo;come segno mobile riguarda la flessibilità e la capacità di non rimanere ancorato alle esperienze passate,nel senso che modifica volentieri  e senza fatica il suo percorso di vita,in sostanza i cambiamenti lo stimolano profondamente.Grazie a Giove gode di un temperamento e di un entusiasmo ottimistico,ma purtroppo anche di una grande ingenuità che talvolta non tiene conto di tutti gli aspetti di un problema,in particolare quelli negativi,considerati troppo spesso e senza la dovuta analisi modificabili con la buona volontà.Semplicità,buona fede e onestà tra i punti forti,abbinati a un desiderio di creare un cordone di sicurezza attorno a se,il tutto coadiuvato da un senso di rinnovamento e uno sguardo verso il futuro che la natura del segno offre.Il senso di indipendenza è molto forte e avventurieri quanto basta è l’ampliamento della visione del mondo l’obiettivo finale della loro esistenza;amanti della natura e degli animali,segno della religione,della filosofia,della legge,della giustizia,dell’istruzione superiore,dei viaggi e del lontano in genere,sempre e perennemente diviso nella sua doppia natura,una parte vorrebbe innalzarsi verso l’infinito per raggiungere traguardi elevati e se non ci riesce spesso soffre e l’altra a ricordare che la natura dei problemi è anche terrena,quindi talvolta la delusione può essere cocente,ma grazie all’ottimismo del pianeta governatore tutto questo risulta notevolmente ammorbidito.Uomo socievole,sorridente,vanesio,ha un’intensa vita di relazione oltre a una buona cultura che lo porta però spesso ad aver ragione su tutto e su tutti senza se e senza ma;donna molto femminile con una grande voglia di vivere,amante della libertà,dell’aria aperta,ama aspettarsi un successo personale ma spesso l’eccesso di ottimismo e l’ingenuità la portano verso obiettivi e impegni che poco hanno a che fare con la realtà delle cose.Privilegiati l’insegnamento,le professioni che riguardano la legge,la giustizia e tutte quelle attività dove l’onestà è tenuta in considerazione ai massimi livelli. (12/1/2015)

Il vero segno doppio dello zodiaco

Il vero segno doppio dello zodiaco.

L’enigmatico Pesci

Segno d’acqua governato dal pianeta Nettuno domiciliato nell’ultima casa dello zodiaco,la dodicesima,da sempre la più difficile da interpretare,forse la più enigmatica da capire e questo si riflette inevitabilmente nel segno,basti osservare il suo simbolo raffigurante due pesci separati fra loro,a differenza dell’altro segno doppio per eccellenza i Gemelli che sono invece uniti,con lo sguardo l’uno all’opposto dell’altro.La ricerca di protezione affettiva,della solidarietà,l’amore per le arti in genere e uno spiccato sentimentalismo sembrano essere tra le principali caratteristiche,coadiuvate da un timore della solitudine,un vittimismo latente e una partecipazione ai problemi altrui con un approccio quasi infermieristico.Figure molto sensibili,con uno scarso senso pratico,spesso delegano ad altri le faccende da sbrigare,persone passionali capaci di dedicarsi con cura a chi gli sta attorno ma anche di cullarsi all’occorrenza nei propri comodi;è inoltre il segno dei sogni,dell’immaginazione,della poesia e delle cose spirituali ma anche dell’illusione,mondo in cui cadono spesso e volentieri.Così come sono generosi e dal cuore grande,capaci di immaginare scenari che vanno dal fantastico allo spaventoso,purtroppo spesso anche creduloni e inclini a scambiare la fantasia con la realtà,spesso crogiolandosi nell’inerzia in alternativa all’azione,a volte non sapendo neanche dove voler andare a parare,essendo spesso i peggior nemici di loro stessi.Come uomo siamo in presenza di una persona in costante fuga dal quotidiano,dalla routine,dalle regole e dalle cose prettamente materiali,uno spirito fatalista e idealista e il suo conflitto  è non saper conciliare intuito e ragione,tendente come è a rimandare  le scelte o le decisioni.La doppia personalità è presente,a volte come amico impagabile affettuoso e comprensivo e altre volte pronto a sfruttare l’affetto di chi lo circonda in difesa dei propri agi,entrambe le figure comunque di natura abbastanza permalosa.La donna appare enigmatica,oscilla eternamente disorientando spesso chi gli sta accanto ma sicuramente di natura buona e altruista,spinta dal costante desiderio di essere d’aiuto al prossimo rivelando anche un lato lamentoso e lacrimoso,gli basta davvero poco per turbare il suo fragile equilibrio;non risulta attaccata al denaro,al contrario senza rendersene conto spende parecchio,amando vivere gustando i piaceri della vita e deve sentirsi assolutamente compresa altrimenti fugge dalla realtà e come l’uomo può rifugiarsi nell’abuso di medicinali,tabacco,liquori,droghe,nei momenti in cui deve affrontare periodi di tensione o di sconforto. (8/9/2015)

Pesci

Complicato capire in anticipo la direzione intrapresa.

Cicli di Saturno

Il pianeta più temuto dello zodiaco effettua un giro completo dello zodiaco in circa 29/30 anni,considerato che in ogni segno tra moti retrogradi e moti diretti staziona per circa due anni e mezzo.Sapendo ormai in tutte le salse che Saturno in astrologia indica dovere,disciplina,impegno,responsabilità,che rappresenta le difficoltà,le limitazioni oltre a impartire lezioni da imparare data la sua natura di grande vecchio,ne consegue che i suoi cicli sono particolarmente importanti,certamente da seguire attentamente,per cercare di sfruttare al massimo le sue opportunità e per provare a capire come si svilupperà la nostra vita,non preoccupandosi affatto dei periodi diciamo negativi che il pianeta ci regala sapendo che tutto fa parte di un processo di crescita,di maturazione,necessario per tutti noi,affinché possiamo conoscersi meglio,quindi capire dove poter cambiare per affrontare via via le varie sfide che ci attendono.Iniziamo con il viaggio del pianeta nelle prime tre case,quando dopo aver congiunto l’ascendente Saturno ci rivela la nostra possibilità di crescita a livello esistenziale con una forte propria consapevolezza di poter migliorare modificando l’approccio con gli altri insieme al nostro carattere che diventano entrambi più diffidenti,più selettivi,in un certo senso più maturi.Il seguente periodo riguarda le case 4/5/6,permettendo a noi stessi di crescere nella capacità di comprensione oltre che di espressione,andando ad analizzare il nostro ambiente familiare,i nostri amori e il mondo del lavoro,indicando cambiamenti a livello abitativo,interessando gli eventuali figli e i cambiamenti di attività soprattutto per quanto riguarda le nostre responsabilità.Il successivo passaggio nelle case 7/8/9,il pianeta indica una possibile crescita nella capacità di relazionarsi con gli altri,interessando unioni e contratti,da mettere accuratamente sotto esame oltre a lasciti e eredità con cui relazionarsi o possibili problemi giudiziari da risolvere in questo ambito.L’ultima fase riguarda le ultime tre case,la crescita e il cambiamento interessano la capacità di influire e incidere sugli altri,sulla società in genere,interessando la libertà personale,la carriera,il lavoro autonomo e le amicizie,accuratamente da verificare e rivedere in questo periodo oltre alle prove personali da affrontare che possono riguardare soprattutto la solitudine che sia voluta o provocata.Se invece guardiamo il tutto avendo come riferimento i quattro punti dello zodiaco cioè l’ascendente,il basso cielo,il discendente e il medio cielo,viene chiamato “Ciclo dell’Oscurità” il periodo di circa sette anni che va dall’ascendente stesso al basso cielo,dove come abbiamo detto la ricerca di se,il periodo di introspezione e sviluppo personale sono dominanti.Il successivo “Ciclo della Nascita” prende in esame invece il viaggio di Saturno dal basso cielo al discendente,rendendoci più indipendenti di fatto dal nido familiare che probabilmente in questa fase lasceremo e anche più sicuri e fiduciosi in genere,dedicando attenzione alla famiglia e alla propria casa.Il periodo di transito di Saturno che va dal discendente al medio cielo è chiamato “Ciclo dell’Attività”,dove si aprono per tutti noi ottime opportunità di successo,tenendo però conto che fare un po’ di pulizia nei vecchi e ormai logori rapporti resta dominante,con sfide importanti da affrontare nel settore delle relazioni personali e professionali.L’ultimo passaggio detto “Ciclo dell’Influenza” va dal medio cielo all’ascendente,chiudendo di fatto il ciclo dei trent’anni e riconosce successi professionali,possibile fama e un sicuro posto al sole solo però esclusivamente se ci siamo impegnati nei cicli precedenti,in modo da avere i giusti e meritati riconoscimenti perché in alternativa Saturno,che regala soddisfazioni anche importanti solo se ce la mettiamo tutta,può anche rappresentare un periodo finale di riorganizzazione con delusioni rilevanti per le mancate riuscite a tutti i livelli soprattutto professionali.Per finire un cenno sulle altre due verifiche importanti che abbiamo nella vita,la prima nel momento in cui il pianeta transita nuovamente la prima volta sul nostro Saturno natale,chiamato ritorno di Saturno,che ci capita circa all’età di 29/30 anni e in seconda battuta verso i 58/59,portando periodi di verifiche profonde dettate dalla reazione alle influenze genitoriali e in generale alle limitazioni personali oltre a una gran voglia di agire,di fare,di affermarsi nel lavoro,di vivere il presente con l’accettazione del proprio destino,avvertendo in entrambi i casi un grande senso di liberazione a transito avvenuto.La persona da questi passaggi ne esce trasformata e sicuramente rafforzata con la consapevolezza di conoscere molto meglio i propri limiti,imparando ad accettarli affinché il futuro per lui possa essere veramente migliore,a patto sempre e comunque di essersi impegnato e di impegnarsi,soprattutto di accettarsi,secondo il carattere estremamente severo del pianeta. (8/2/2016)

Saturno simbolo

Un pianeta razionale e severo che ci influenza lungo tutta la nostra esistenza.

L’imprevedibile Acquario

Segno d’aria,governato in maniera primaria dal pianeta Urano e con domicilio base in Saturno,assegnato alla penultima casa dello zodiaco,l’undicesima,che tra le altre cose riguarda l’autonomia,l’equilibrio della persona,la libertà,l’associazione con le persone e soprattutto l’amicizia.L’Acquario si presenta come uno dei segni più originali e anticonformisti dello zodiaco e proprio Urano con le sue caratteristiche tende a governare il segno nella prima parte della vita,un periodo ricco di colpi di scena,movimentato da una forte tensione interiore,sempre alla ricerca del nuovo,dell’inusuale e solo nella seconda parte entra in gioco il maturo Saturno regalando saggezza e maturità.Restano comunque l’indipendenza e la forza decisionale le principali caratteristiche che contraddistinguono un Acquario che ha tra le frecce del suo arco anche quella di relazionarsi magnificamente con le persone,avendo di norma la sua “abitazione” sempre aperta e spesso trasformando le amicizie in rapporti di lavoro o viceversa.Nel suo motto “vivi e lascia vivere” è impresso tutto il suo pensiero anche se talvolta la tolleranza verso i comportamenti altrui nascondono un leggero senso di opportunismo e di egoismo oltre alla mancanza,alcune volte temporanea,delle virtù solari tipiche del Leone,segno opposto al suo,quali lealtà,coraggio,fedeltà ai principi e senso dell’onore.Nell’uomo si riconosce una mentalità aperta,una buona genialità e un’ottima capacità di adattamento,pronto sempre a un cambiamento di vita abbinato sempre e comunque a una ricerca di stabilità,oltre a una bella creatività e amore per la musica,l’arte e lo spettacolo;nella donna è ricorrente l’altruismo,la generosità,l’intelligenza con un costante controllo di ogni sentimento e risentimento oltre a essere considerata spesso pigra  e desiderosa di trascorrere giornate in rigorosissimo ozio con la consapevolezza di sentirsi spesso sola,quasi straniera,in un mondo che vorrebbe diverso. (3/8/2016)

Acquario 1

Con Urano vince la forza di decisione.

L’indomabile Toro

Segno di terra,governato dal pianeta Venere,abbinato alla seconda casa dello zodiaco a cui fanno riferimento i beni materiali mobili e immobili,soldi e tutto ciò che comprende il patrimonio familiare.Dopo l’Ariete che nella ruota zodiacale arriva per primo regalando a priori energia a destra e a manca,il Toro utilizza questa energia per costruire qualcosa di solido,di reale e di affidabile.Il pianeta di riferimento,Venere,che nella Bilancia si occupa sopratutto del lato esteriore della vita,della bellezza in genere,delle arti e dei rapporti sociali,qui svolge invece la sua funzione godereccia preoccupandosi più di se stessa che degli altri,alla ricerca del buon cibo e del buon vino quindi di una bella tavola apparecchiata e a seguire di un comodo divano,oltre ad altri agi al seguito,un buon sonno,un buon sesso e svariati lussi da concedersi,aiutata dal pianeta Giove che tende a espandere la voglia di comodità.Il grande bisogno di sicurezza sia emotiva che finanziaria aiuta a compiere scelte oculate e prudenti con il comune desiderio di raggiungere obiettivi concreti,soprattutto una casa di proprietà per se e per i propri figli.La caduta di Mercurio non ne fa persone particolarmente estroverse e loquaci,talvolta bisogna estrarre con le tenaglie i loro pensieri e le loro parole,ma dall’altro lato ne fa individui responsabili e grandi lavoratori,pronti comunque a non lavarsene le mani,rimanendo poco inclini alla lotta,alla competizione,alla menzogna,all’intrigo,al rischio,approfittando dell’esilio di Marte e di Plutone.Figure pazienti fino alla morte difficilmente cadono nelle provocazioni,ma quando succede le loro esplosioni di collera sono indimenticabili e per questo meglio evitare di farli arrabbiare.Persone semplici,non amano cambiare le loro abitudini e in generale lo status quo del loro mondo risultando infine,come segno fisso,spesso inamovibili oltre che ostinati conservatori delle proprie posizioni,senza dimenticare una nota dolente,la gelosia,sconfinante qui a volte nella possessività di ogni cosa che li riguarda e che amano,elemento questo appartenente a tutte le dimensioni del tempo,passato,presente e futuro. (3/8/2018)

Prevale la volontà di costruire,in maniera ostinata e concreta.